Home

La critica che sempre si sente alla proposta del M5S del reddito di cittadinanza, oltre a quella per cui non ci sarebbero le coperture necessarie, è che si tratta di una proposta demagogica, fondata sul nulla e i cui dati non poggiano su alcuno studio statisticamente valido.

Non mi meraviglio se tali critiche vengono mosse da semplici cittadini che sono scarsamente informati ma mi meraviglio molto se tali critiche vengono da giornalisti o politici che le cose dovrebbero conoscerle in quanto è loro compito essere correttamente informati e quindi di conseguenza correttamente informare.

Infatti la proposta di assicurare un reddito minimo di 780 euro a quasi 3 milioni di famiglie italiane con un costo totale (al 2012) di circa 15 miliardi e mezzo non sono fantasie del M5S ma sono dati che provengono da uno studio dell’ Istat, ovvero l’istituto di statistica italiano per eccellenza.
In particolare provengono dal Rapporto Annuale 2014 nel quale a pag 227 e 228 nel paragrafo relativo al “sostegno dei redditi minimi” si dice:

Nell’esempio presentato nella tavola 5.17, il sussidio mensile massimo, erogato alle famiglie senza reddito, è pari a 780 euro per un singolo, a 1.014 euro per un genitore solo con un figlio minore e a 1.638 euro per una coppia con due figli minori. Questa ipotesi di applicazione della misura, stimata con il modello di microsimulazione delle famiglie dell’Istat, avrebbe avuto nel 2012 un costo totale di circa 15,5 miliardi di euro pari a circa l’1 per cento del Pil (Tavola 5.18). Il 99,1 per cento di questa cifra sarebbe stato erogato a favore della totalità delle famiglie con un reddito inferiore all’80 per cento della linea di povertà.28 Il beneficio medio per famiglia è pari a 12 mila 175 euro l’anno per le famiglie molto povere (con meno del 20 per cento della linea di povertà) e decresce all’aumentare del reddito fino ai circa 2 mila 500 euro per le famiglie con redditi compresi fra il 60 e l’80 per cento della linea di povertà.

ISTAT_studio_reddito_minimo_garantito

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...